Archivi

,

Tavolata italiana senza muri sabato a Melfi

Così come nei luoghi simbolo di 25 città e località italiane, da Gorizia a Catania passando per Via della conciliazione a Roma, anche a Melfi i cittadini si siederanno in Villa “A. Sibilla” alla Tavolata italiana senza muri, tutti insieme nella stessa  giornata in Italia il 15 giugno alle 12,00.
All’iniziativa è promossa dal Comune federiciano insieme alla cooperativa “Filocontinuo”, gestore dello Sportello Immigrati, in collaborazione con Caritas, ACLI, CIF, AGESCI e Azione Cattolica di Melfi.
A livello nazionale è promossa da FOCSIV – Volontari nel mondo in collaborazione con il Municipio I Centro Storico d’intesa con MASCI – Movimento Adulti Scout Cattolici Italiani con il Patrocinio dell’ UNCEM – Unione nazionale comuni comunità enti montani e come media partner Avvenire.
La Tavolata italiana senza muri si svolge nella stessa giornata in 26 città e località italiane, con le stesse modalità organizzative, con l’ausilio dei volontari, molti del MASCI e dell’AGESCI, ed un obiettivo comune: quello di sensibilizzare l’opinione pubblica che non tutti i cittadini sono dalla parte del razzismo e dell’esclusione, ma anzi molti sono a favore del dialogo e della solidarietà con chi ha di meno e con chi cerca lontano dalla sua patria una possibilità di vita migliore. , insieme intorno ad un tavolo, in un luogo simbolo, con un gesto altamente simbolico: la condivisione del medesimo cibo.
“La Tavolata italiana senza muri nasce all’indomani di quella organizzata lo scorso 20 ottobre a Roma in Via della Conciliazione. Nasce dal bisogno di ritornare a ritrovarsi insieme intorno ad un tavolo per parlarci e per conoscerci l’uno l’altro. Nasce dalla nostra esperienza come FOCISV a fianco ai tanti poveri e vulnerabili che quotidianamente incontriamo nelle molte periferie del mondo. Nasce dalla necessità di ricordarci che il nostro Paese è terra di migrazione. Consapevoli che in ogni angolo del Pianeta vi abitano i figli dei migranti partiti dalle nostre regioni con poche cose e tanta speranza di avere l’opportunità di potersi costruire un futuro dignitoso e possibile. Noi oggi in memoria di questi uomini e donne apriamo i nostri porti, le nostre città dando rifugio a chi scappa dalla povertà, dalla fame, dai cambiamenti climatici, dalle guerre civili, dai conflitti e dalla paura di non poter garantire ai propri figli un domani sostenibile.– ha sottolineato Gianfranco Cattai, Presidente FOCSIV – A pochi giorni dalla Giornata Internazionale del Rifugiato, che si ricorda il 20 giugno, da Roma ed in tante parti di Italia rilanciamo un appello alla fratellanza, alla condivisione, all’accoglienza verso tutti nessuno escluso”.
La Tavolata italiana senza muri è promossa in Italia da 37 associazioni, Federazioni e ONG nazionali ed internazionali – ACI Azione Cattolica Italiana, ACLI Associazioni Cristiane Lavoratori Italiani, ActionAid, AGESCI Associazione Guide e Scout Cattolici Italiani, AOI Cooperazione e Solidarietà internazionale, Articolo 21, ASCS Agenzia Scalabriniana per la Cooperazione allo Sviluppo, Cara Italia, Caritas Italiana, Ce.I.S. Onlus – Centro Italiano di Solidarietà don Mario Picchi, Centro Astalli, CeSPI, CIF Centro Italiano Femminile, CINI Coordinamento Italiano NGO Internazionali, Comunità di Sant’Egidio, COREIS Comunità Religiosa Islamica, Emergency, ENGIM Ente Nazionale Giuseppini di Murialdo, FCEI Federazione Chiese Evangeliche in Italia, Festival Ottobre Africano, Fondazione Migrantes, De La Salle Solidarietà Internazionale ONLUS – Fratelli delle scuole cristiane, Forum Terzo Settore, FUCI Federazione Universitaria Cattolica Italiana, Itercultura INTERSOS, Iscos-Cisl, Legambiente, Libera, Movimento Rinascita Cristiana, Refugees Welcome Italia, Salesiani per il sociale, Slow food, Stranieri in Italia, UCOII Unione delle Comunità Islamiche d’Italia, UISG Migranti, WWF Italia.
Tutte si sono rese disponibili ad essere promotori della Tavolata italiana senza muri, tutte pronte ad imbandire per la metà di giugno delle tavolate nei luoghi simbolo delle città e delle località italiane per condividere con gli altri un pasto frugale e per ribadire che il nostro Paese integra, include, mescola culture, tradizioni, lingue, storie e cibi nessuno escluso.

,

Domani al via i “Venerdì del Millenario”

Tutto pronto per i “Venerdì del Millenario”. L’appuntamento è per venerdì ( 24 maggio),  alle ore 18,30 nella Sala del Trono del Castello di Melfi, con  il responsabile del Cnr di Potenza di Basilicata, prof. Nicola Masini, che terrà  una conversazione sul tema “Indagini su Torre della Cisterna, l’antica Melfi?”.
La manifestazione introdotta dal Presidente del Comitato Scientifico per il Millenario, prof Cosimo Damiano Fonseca e presentato da Raffaele Nigro si inserisce nelle manifestazioni previste dal Ministero per i beni culturali.
Tra il 1018/19  il catapano Basilio Boioannes   per difendere il tema bizantino della Puglia stabilì di realizzare una serie di fortificazioni tra cui Melfi, Rapolla e Cisterna. Il borgo di Cisterna da pochi chilometri da Melfi si ritrovò con un Castello, le mura e alcune Chiese che vennero abbandonate pochi decenni più tardi per volontà dei Normanni.
I cittadini furono infatti costretti a trasferirsi a Melfi, abbandonando il borgo che ad oggi attende degli scavi archeologici in grado di restituire Cisterna alla sua storia.

,

A Melfi la Fanfara dei Bersaglieri Città di Ceggia (Venezia) il 18 maggio dalle ore 17.30

 

MELFI 18 MAGGIO 2019

“Fiamma Cremisi”

 

In occasione del 67° Raduno Nazionale Bersaglieri “Matera 2019” che si terrà nella Capitale Europea della Cultura 2019, il Comune di Melfi organizza, il giorno di 18 maggio 2019, nella città delle Costituzioni di Federico II di Svevia l’evento “Fiamma Cremisi”, alla quale prenderà parte la Fanfara dei Bersaglieri Città di Ceggia (Venezia) .

Programma :

Ore 17:30   Incontro con le Autorità

                     P.zza P.F.Campanile

 

Ore 18:00   Corteo con deposizione di corona ai Caduti

                          Villa Comunale Gen.Bers. A.Sibilla

 

Ore 18:15    Corteo con deposizione di corona al “Monumento del Bersagliere”

                                            Largo Santa Maria De Mattias

 

Ore 19:00   Concerto della Fanfara Bersaglieri Citta’ di Ceggia

                                Piazza P. Festa Campanile

 La Cittadinanza è invitata a partecipare

 

,

Melfi, 25 Aprile: Europa e libertà. Ecco il programma

“Europa e libertà. Dalla Resistenza all’Europa dei popoli, unita, solidale, antifascista”. E’ questo il tema delle iniziative che si terranno a Melfi  per celebrare  il 74° anniversario  della Liberazione dell’Italia dall’occupazione nazifascista.

 La Città di Melfi, nel ricordare una data simbolo della democrazia e della partecipazione popolare,  continua a valorizzare i sentimenti e le idee delle figure antifasciste di Melfi o qui mandate al confino come  Nitti, Di Napoli, Floriano del Secolo, Eugenio Colorni e  Manlio Rossi Doria. Le loro azioni sono state rivolte alla riconquista della libertà, della democrazia e della pace in Italia ed in Europa, sconfiggendo il nazifascismo.

L’Amministrazione Comunale di Melfi, la sezione dell’ANPI, la Fondazione e l’Associazione “Francesco Saverio Nitti”, in collaborazione con le associazioni sportive di Melfi, hanno organizzato iniziative culturali e sportive che prenderanno il via domani pomeriggio (24 aprile), alle ore 17,30 nel Centro Nitti, con  la tavola rotonda sul tema “I trattati europei garantiscono libertà e democrazia. Perché in Europa crescono segnali di culture illiberali ed autoritarie?”. Interverranno il sindaco Livio Valvano, il  Presidente della Fondazione Nitti, Stefano Rolando, il rappresentante Anpi nazionale, Alessandro Pollio Salimbeni, la Presidente dell’Associazione Nitti, Patrizia Nitti, il rappresentante della Commissione Europea, Roberto Santaniello e la giornalista Carmen Lasorella.

Il corteo cittadino con la deposizione di corone di alloro si terrà il giorno 25 aprile, dalle ore 10 , con partenza da Piazza P. F. Campanile con Autorità, associazioni, scuole e la  banda musicale Città di Melfi.

Sempre il 25 aprile, dalle ore 9 alle ore 12, “Sport per la Liberazione”. L’appuntamento è in piscina comunale con la rassegna  giovanile di nuoto a cura della UISP- Comitato Potenza e della Cooperativa Sociale Pegaso. Dalle ore 15 alle ore 19, nella Villa Comunale “Giochi popolari e tradizionali- torneo di bocce” a cura della UISP- Comitato Potenza, Acsd La bottega delle Emozioni e Asd Scuola Calcio Iorio.

,

Concorso “Basilicata a Tavola” 2019 – Il Decennale

Dal 10 al 14 aprile 2019 l’Istituto Alberghiero “G. Gasparrini” di Melfi organizzerà il Concorso Enogastronomico Internazionale “Basilicata a Tavola”, la quattro giorni dedicata al gusto e alla cultura, aperta a una pluralità di aspetti e attività, dalle gare culinarie agli incontri legati all’enologia e all’agroalimentare, alla promozione del territorio, fino a momenti seminariali, di approfondimento scientifico, e alla sperimentazione didattico-professionale.

 

Preso a modello da molti concorsi e progetti a livello nazionale, la manifestazione, giunta alla sua X edizione, ha ottenuto importanti riconoscimenti ed è inserita nel Programma triennale del MIUR per la valorizzazione delle Eccellenze (Decreto Ministeriale n. 571 del 27 luglio 2018).

 

Ben 29 istituti alberghieri  provenienti da 14 regioni e una scuola irlandese giungeranno a Melfi per partecipare alla competizione, valorizzando a 360° il made in Basilicata, le tipicità dell’enogastronomia, la sua bellezza paesaggistico-naturalistica e il patrimonio artistico-culturale della regione, nell’ottica di un reale sviluppo socio-economico del territorio, in un’operazione di marketing assolutamente eccezionale.

 

 

Il Concorso  – fondato sulla dinamica integrazione dei saperi, sulla valorizzazione delle tradizioni culinarie regionali e del potenziamento tecnologico, inteso quale leva strategica per entusiasmare i giovani ed accorciare le distanze tra la scuola e mondo del lavoro – rappresenta per i giovani professionisti del domani legati alla filiera dell’enogastronomia, della ristorazione, dell’accoglienza turistica e dell’imprenditoria, un’occasione unica per incontrarsi e conoscersi nel reciproco contributo dell’innovazione creativa del Concorso “Basilicata a Tavola”.

 PDF File 1

,

Augustali a teatro

Sabato (2 marzo), alle ore 18,30 presso il Teatro Ruggiero II di Melfi,il Parco Letterario Federico II di Svevia, presenta la miscellanea di studi su temi e culture del territorio – AUGUSTALI, 2019.
Nel due volumi,a cura di Francesco Corona e Raffaele Nigro, un corposo studio sulla demografia di Melfi dagli Angioini agli Aragonesi;un ricordo di Albino Pierro realizzato dallo scrittore Oreste Lopomo; riflessioni intorno alla figura di Leonardo Sacco scritte da Mimmo Sammartino e un escursus sulla narrativa di Giuseppe Lupo firmato da Anita Ferrari, docente all’università di Napoli; quindi la riedizione di alcuni scritti del cinquecentista potentino Francesco Stabile sulla peste, curate da Angela Mangiafico; indagini sulla monetazione bizantina nell’area del Vulture condotte da Luigi Lamorte; la descrizione della flora del Vulture compilata dalla botanica Maria Antonietta Tudisco; la pubblicazione di una lettera inedita di Filippino IV Doria nella trascrizione e col commento di Enzo Navazio;le scorribande della banda Crocco in Capitanata raccontate da Giuseppe Clemente,presidente della Società di Storia Patria della Daunia; inediti di Abele Mancini e Atenaide Pieromaldi,introdotti dalla ristampa anastatica di un testo di Carolina Rispoli Ciasca sulla famiglia Mancini; Melfi nella fotografia, a cura di Pasquale Ciliento e la biografia del compositore Vincenzo Ferroni di Tramutola raccontata dal musicologo Marco Ranaldi. Condurranno la serata Gianpiero Francese e Sara Ceccio.

,

A Melfi domenica la “Terribile Invasione”

Si rinnova la tradizione del Carnevale a Melfi. Arriva la “Terribile Invasione”, domenica (24 febbraio) alle ore 17,00, mentre il 3 e 5 marzo, dalle ore 16,30 spazio al “Gran Corteo”.
Ma a Melfi farà tappa anche il VI Convegno “Il Carnevale ed il Mediterraneo: maschera e cibo”. L’appuntamento è per il 28 febbraio, dalle ore 9, nel Palazzo Vescovile. Prenderanno parte antropologi, sociologi, storici, filosofi e studiosi della tradizione letteraria e popolare provenienti da prestigiose università italiane e straniere. Oggetto di analisi e di approfondimento saranno le tradizioni e riti carnevaleschi di vasta area geografica e culturale ovvero temi e problemi, immagini e simboli di una grande, antica civiltà come quella mediterranea che gli studiosi esamineranno soprattutto attraverso gli importanti, significativi rapporti che legano la festa al territorio e al cibo.

,

Valvano: Incendio a Melfi. Il Comune apre c/c per le famiglie coinvolte

La Giunta Municipale del Comune di Melfi ha approvato una delibera contenente le misure per i cittadini danneggiati dall’incendio che si è sviluppato la scorsa settimana ed attivato un conto corrente dedicato per la raccolta delle donazioni. Lo rende noto il sindaco di Melfi, Livio Valvano.
“Colgo l’occasione per esprimere la più profonda gratitudine a tutti coloro che sono intervenuti – ha detto il sindaco Valvano- per ridurre i danni in questa triste vicenda e prestare assistenza alle famiglie coinvolte; la Protezione Civile, i tecnici del Comune, i Vigili del Fuoco, Italgas hanno svolto un ruolo importante con massima professionalità”

Per Valvano “oltre a garantire vitto e alloggio nell’immediato e beni di prima necessità, ai cittadini sprovvisti di una abitazione alternativa per un periodo temporaneo utile a ricercare una sistemazione per il proprio nucleo familiare, stiamo coordinando le attività di verifica e quantificazione dei danni, al fine di accompagnare i cittadini danneggiati nel recupero delle loro abitazioni. La solidarietà e la coesione manifestata dalla comunità melfitana deve adesso trovare una possibilità concreta di sostenere le famiglie coinvolte”.
Il Comune di Melfi ha attivato un conto corrente dedicato, aperto presso POSTE ITALIANE agenzia di Melfi, denominato “servizio tesoreria- Raccolta fondi incendio C.da Bicocca” IBAN: IT 27 J 07601 04200 001045125182

“Tre delle nove famiglie per le quali avevamo ordinato lo sgombero degli alloggi, da martedì 5 febbraio- ha aggiunto Valvano- sono rientrate nel pieno possesso e uso delle loro abitazioni; ne restano sei. Prevedo che con l’ aiuto di tutti , in pochi mesi, saremo in grado di far rientrare nelle loro abitazioni quattro delle sei famiglie. Le ultime due, proprietarie degli alloggi che sono stati distrutti, avranno bisogno di più tempo e di tutto il nostro affetto e sostegno. Adesso dobbiamo intensificare gli sforzi e concretizzare la nostra volontà tesa ad aiutare le famiglie che hanno subito un imprevisto drammatico che potrebbe capitare ad ognuno di noi.Le iniziative che si sono sviluppate spontaneamente, per iniziativa di singoli cittadini e associazioni e quella che si è tenuta nel Teatro Ruggiero ad iniziativa della compagnia Opera, attraverso lo strumento attivato dal Comune di Melfi che svolgerà il ruolo di collettore e di erogatore degli aiuti, ci permetterà di dimostrare con i fatti che siamo una comunità coesa”.

“Rivolgo un appello a tutti coloro che lavorano – ha concluso Valvano- e che con un piccolo gesto possono permetterci di arrivare alla cifra necessaria a riparare i danni.
Qualche esempio può aiutare a orientarci sul piccolo sforzo cui siamo chiamati.
Se ognuno di noi cedesse solamente lo 0,10% del proprio reddito annuo, sulla base delle dichiarazioni fiscali degli ultimi anni, riusciremmo con facilità a raggiungere la cifra complessiva di 175.000,00 euro, per cui: un cittadino che ha un reddito lordo di 25.000 euro, donazione di 25,00 euro; un cittadino con un reddito lordo di 13.000 euro, donazione di 13,00 euro: un cittadino con un reddito lordo di 50.000 euro, donazione di 50,00 euro. Ma sono certo che ognuno di noi farà di più. Possiamo farcela con poco, in uno spirito di solidarietà che so nessuno di noi farà mancare, perché siamo una città, perché avvertiamo una identità collettiva e ne siamo orgogliosi e non possiamo permettere che un incidente, un imprevisto, un evento fortuito possano mettere in ginocchio alcuni dei nostri cittadini senza reagire, senza spingerli con le nostre energie a rialzarsi.
Nelle prime ore ho visto forti sentimenti e generose disponibilità, a partire dagli alloggi gratuiti messi a disposizione da alcuni cittadini. Dobbiamo vincere le forze contrarie che sempre aleggiano e ci circondano e che non ci lasciano mai tranquilli: la diffidenza, la distanza e il trascorrere del tempo che raffredda gli animi e i sentimenti e che indeboliscono la sempre flebile memoria collettiva. Dobbiamo contrastare queste forze- ha concluso Valvano- combattendo la pigrizia, attraverso continue sollecitazioni che ognuno di voi deve aiutarmi a reiterare, perché la raccolta fondi deve continuare fino a quando non saremo riusciti a recuperare e riparare tutti i danni”.
Domenica mattina incontrerò i rappresentanti delle associazioni che costituiscono la Consulta per il sociale del Comune di Melfi; insieme lavoreremo su un programma di iniziative e manifestazioni che dovranno continuare a sollecitare, senza sosta, la raccolta fondi. Le proposte e le iniziative di ognuno di voi, come quelle che ho visto in questi primi giorni, saranno benvenute e daranno la dimensione di quanto sia solidale la nostra bellissima comunità”.

,

AVVISO CRITICITA’ NEVE 24 E 25 GENNAIO

avviso pubblicato dall’ufficio protezione civile -Melfi-

FASE OPERATIVA S.O.R.: PRE-ALLARME
TIPO ALLERTA: ARANCIONE
CRITICITA’: MODERATA
TIPO CRITICITA’: PRECIPITAZIONI NEVOSE INTENSE

SI INVITANO I CITTADINI A:
• Verificare la piena e corretta funzionalità dell’impianto di riscaldamento della propria abitazione;
• Limitare allo stretto indispensabile gli spostamenti all’esterno della propria abitazione;
• Limitare allo stretto indispensabile l’uso dell’automobile, assicurarsi sempre di avere le catene a bordo o i pneumatici da neve;
Prestare la massima attenzione, sia a piedi che in auto, alle condizioni delle strade, che potrebbero presentare tratti ghiacciati soprattutto nelle ore più fredde della giornata;

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi