Archivi

,

Valvano: Incendio a Melfi. Il Comune apre c/c per le famiglie coinvolte

La Giunta Municipale del Comune di Melfi ha approvato una delibera contenente le misure per i cittadini danneggiati dall’incendio che si è sviluppato la scorsa settimana ed attivato un conto corrente dedicato per la raccolta delle donazioni. Lo rende noto il sindaco di Melfi, Livio Valvano.
“Colgo l’occasione per esprimere la più profonda gratitudine a tutti coloro che sono intervenuti – ha detto il sindaco Valvano- per ridurre i danni in questa triste vicenda e prestare assistenza alle famiglie coinvolte; la Protezione Civile, i tecnici del Comune, i Vigili del Fuoco, Italgas hanno svolto un ruolo importante con massima professionalità”

Per Valvano “oltre a garantire vitto e alloggio nell’immediato e beni di prima necessità, ai cittadini sprovvisti di una abitazione alternativa per un periodo temporaneo utile a ricercare una sistemazione per il proprio nucleo familiare, stiamo coordinando le attività di verifica e quantificazione dei danni, al fine di accompagnare i cittadini danneggiati nel recupero delle loro abitazioni. La solidarietà e la coesione manifestata dalla comunità melfitana deve adesso trovare una possibilità concreta di sostenere le famiglie coinvolte”.
Il Comune di Melfi ha attivato un conto corrente dedicato, aperto presso POSTE ITALIANE agenzia di Melfi, denominato “servizio tesoreria- Raccolta fondi incendio C.da Bicocca” IBAN: IT 27 J 07601 04200 001045125182

“Tre delle nove famiglie per le quali avevamo ordinato lo sgombero degli alloggi, da martedì 5 febbraio- ha aggiunto Valvano- sono rientrate nel pieno possesso e uso delle loro abitazioni; ne restano sei. Prevedo che con l’ aiuto di tutti , in pochi mesi, saremo in grado di far rientrare nelle loro abitazioni quattro delle sei famiglie. Le ultime due, proprietarie degli alloggi che sono stati distrutti, avranno bisogno di più tempo e di tutto il nostro affetto e sostegno. Adesso dobbiamo intensificare gli sforzi e concretizzare la nostra volontà tesa ad aiutare le famiglie che hanno subito un imprevisto drammatico che potrebbe capitare ad ognuno di noi.Le iniziative che si sono sviluppate spontaneamente, per iniziativa di singoli cittadini e associazioni e quella che si è tenuta nel Teatro Ruggiero ad iniziativa della compagnia Opera, attraverso lo strumento attivato dal Comune di Melfi che svolgerà il ruolo di collettore e di erogatore degli aiuti, ci permetterà di dimostrare con i fatti che siamo una comunità coesa”.

“Rivolgo un appello a tutti coloro che lavorano – ha concluso Valvano- e che con un piccolo gesto possono permetterci di arrivare alla cifra necessaria a riparare i danni.
Qualche esempio può aiutare a orientarci sul piccolo sforzo cui siamo chiamati.
Se ognuno di noi cedesse solamente lo 0,10% del proprio reddito annuo, sulla base delle dichiarazioni fiscali degli ultimi anni, riusciremmo con facilità a raggiungere la cifra complessiva di 175.000,00 euro, per cui: un cittadino che ha un reddito lordo di 25.000 euro, donazione di 25,00 euro; un cittadino con un reddito lordo di 13.000 euro, donazione di 13,00 euro: un cittadino con un reddito lordo di 50.000 euro, donazione di 50,00 euro. Ma sono certo che ognuno di noi farà di più. Possiamo farcela con poco, in uno spirito di solidarietà che so nessuno di noi farà mancare, perché siamo una città, perché avvertiamo una identità collettiva e ne siamo orgogliosi e non possiamo permettere che un incidente, un imprevisto, un evento fortuito possano mettere in ginocchio alcuni dei nostri cittadini senza reagire, senza spingerli con le nostre energie a rialzarsi.
Nelle prime ore ho visto forti sentimenti e generose disponibilità, a partire dagli alloggi gratuiti messi a disposizione da alcuni cittadini. Dobbiamo vincere le forze contrarie che sempre aleggiano e ci circondano e che non ci lasciano mai tranquilli: la diffidenza, la distanza e il trascorrere del tempo che raffredda gli animi e i sentimenti e che indeboliscono la sempre flebile memoria collettiva. Dobbiamo contrastare queste forze- ha concluso Valvano- combattendo la pigrizia, attraverso continue sollecitazioni che ognuno di voi deve aiutarmi a reiterare, perché la raccolta fondi deve continuare fino a quando non saremo riusciti a recuperare e riparare tutti i danni”.
Domenica mattina incontrerò i rappresentanti delle associazioni che costituiscono la Consulta per il sociale del Comune di Melfi; insieme lavoreremo su un programma di iniziative e manifestazioni che dovranno continuare a sollecitare, senza sosta, la raccolta fondi. Le proposte e le iniziative di ognuno di voi, come quelle che ho visto in questi primi giorni, saranno benvenute e daranno la dimensione di quanto sia solidale la nostra bellissima comunità”.

,

AVVISO CRITICITA’ NEVE 24 E 25 GENNAIO

avviso pubblicato dall’ufficio protezione civile -Melfi-

FASE OPERATIVA S.O.R.: PRE-ALLARME
TIPO ALLERTA: ARANCIONE
CRITICITA’: MODERATA
TIPO CRITICITA’: PRECIPITAZIONI NEVOSE INTENSE

SI INVITANO I CITTADINI A:
• Verificare la piena e corretta funzionalità dell’impianto di riscaldamento della propria abitazione;
• Limitare allo stretto indispensabile gli spostamenti all’esterno della propria abitazione;
• Limitare allo stretto indispensabile l’uso dell’automobile, assicurarsi sempre di avere le catene a bordo o i pneumatici da neve;
Prestare la massima attenzione, sia a piedi che in auto, alle condizioni delle strade, che potrebbero presentare tratti ghiacciati soprattutto nelle ore più fredde della giornata;

,

Ulderico Pesce presenta “Il Sindaco Contadino, Rocco Scotellaro”

L’attore e regista lucano  porterà in scena “il Sindaco contadino, Rocco Scotellaro”, domenica 20 gennaio alle ore 20.30, al Teatro Ruggiero II a Melfi.

La rappresentazione rientra nel Festival dell’Appennino ed è prodotta dalla Compagnia Centro Mediterraneo delle Arti, diretta dallo stesso Pesce, riconosciuta e finanziata dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo.

 

Il 27 gennaio, sempre in Teatro alle ore 20,30, lo spettacolo Stupor: una produzione Opera, regia di G. Francese.

,

“A momenti ti mettevi a volare” questa sera al Teatro Ruggiero II

Prosegue il Festival dell’Appennino. “A momenti ti mettevi a volare” della Compagnia di Becagli da “Gli anni del nostro incanto” di G. Lupo, questa sera alle ore 20 in Teatro.

Venerdì 4 gennaio, invece,  alle ore 20 sempre al Teatro Ruggiero II, spazio al Trio  Jazz Coffee Street. Il 6 gennaio, alle ore 19,30 in Cattedrale concerto di Canti Gospel del Penta Gospel Angels.

Vi aspettiamo!

,

AVVISO CRITICITA’ NEVE 2 E 3 GENNAIO

avviso pubblicato dall’ufficio protezione civile -Melfi-

Le precipitazioni nevose sono eventi atmosferici, non sempre prevedibili, che per le loro caratteristiche provocano disagi e difficoltà su porzioni di territorio spesso molto estesi, coinvolgendo la totalità delle persone e delle attività che su questo insistono. Questo richiede che in caso d’evento tutti debbano contribuire per ridurre al massimo i disagi.

Di seguito si elencano una serie di norme di comportamento:

SPETTA AI CITTADINI:

Sgomberare la neve dal marciapiede di fronte alla propria abitazione, di fronte al passo carraio, o di fronte alla propria attività.

Inoltre, in previsione dei notevoli cali di temperatura (annunciati a partire dai prossimi giorni) e delle probabili nevicate anche a bassa quota che potrebbero causare guasti ai contatori dell’acqua ubicati all’esterno dei fabbricati, Acquedotto Lucano invita gli utenti a prendere alcune semplici precauzioni e a seguire alcuni consigli:

1) in presenza di contatori collocati nelle nicchie esterne ai fabbricati, in locali non riscaldati o non abitati, se la temperatura esterna dovesse rimanere per più giorni al di sotto dello zero, è consigliabile lasciare che da un rubinetto fuoriesca un filo d’acqua in modo che la stessa sia sempre circolante nell’impianto. È sufficiente una modesta quantità, evitando inutili sprechi. Se possibile, far scorrere il filo di acqua dal rubinetto della vasca da bagno in modo tale da poterla riutilizzare;

2) le nicchie poste all’esterno dei fabbricati, sportello compreso, devono comunque essere opportunamente coibentate. È sufficiente usare materiali isolanti, come ad esempio polistirolo o poliuretano espanso, facilmente reperibili presso rivenditori del settore edile. Per un isolamento efficace, lo spessore dei pannelli deve essere di almeno 2,5 cm. I contatori in locali non riscaldati debbono a loro volta essere rivestiti con materiale isolante (sempre polistirolo, poliuretano espanso o materiali simili);

3) avvolgere le tubature dell’acqua e il misuratore con lana di vetro o stracci (per un periodo strettamente necessario) verificando, di tanto in tanto, che restino asciutti;

4) se l’impianto non è utilizzato (seconde case, per esempio) dopo aver chiuso la valvola, provvedere, se possibile, allo svuotamento delle tubazioni a valle del contatore e, quindi, dell’impianto interno.

SPETTA AL COMUNE:

Lo sgombero delle strade pubbliche, la “salatura” o altro trattamento antigelo delle strade, la pulizia dei marciapiedi di fronte agli edifici pubblici.

Occorre ricordare che lo sgombero delle strade inizia da quelle di maggior traffico e di più difficile percorrenza. L’utilizzo delle catene o delle gomme da neve può rivelarsi indispensabile anche per un tragitto apparentemente normale in città.

ATTENZIONE AGLI ACCUMULI ED AL GHIACCIO

Una nevicata coinvolge contemporaneamente più località, per cui dobbiamo far fronte ad un impegno simultaneo che può portare qualche ritardo nella spalatura.

Inoltre, va raccomandata la maggiore attenzione possibile agli accumuli di neve sui tetti, canali o cornicioni, che possono costituire un pericolo (soprattutto in caso di gelo) per la caduta sul suolo pubblico o privato.

Al fine di ridurre al minimo i pericoli per la cittadinanza per la caduta di alberi e rami già gravati dal peso delle nevicate, si invita a non frequentare e/o sostare nei parchi e nei giardini pubblici.

Infine, occorre curare particolarmente lo spargimento di sabbia o sale soprattutto dopo la spalatura, quando la neve residua si ghiaccia e diventa una lastra insidiosa, con pericolo di scivoloni.

,

A Capodanno “Il giardino dei semplici”

“Il Giardino dei Semplici” con oltre 40 anni di successi sarà a Melfi per un Capodanno indimenticabile.

Il mitico  gruppo si esibirà, domani alle ore 20, in Cattedrale.

Un repertorio con un mix di successi storici di Andrea Arcella, Tommy Esposito, Luciano Liguori e Savio Arato.

Il 4 Gennaio, invece  alle 17,30 in Piazza Umberto I, l’appuntamento è con “Puzzle La Befana vien di notte”. Il 5 gennaio, sempre in Piazza Umberto I alle 17,30, “La calata della Befana”

 

Buon 2019!

,

Gran concerto di Natale domani in Cattedrale

Gran concerto di Natale domani sera in Cattedrale alle ore 20,00, a cura dell’Ass. Musysticus Concertus. Sempre domani,  alle ore 18, l’appuntamento è con il ” Puzzle di Babbo Natale” in Largo A. Mancini.

Vi aspettiamo!

,

Entra nel vivo il Festival dell’Appennino

La seconda edizione de “Il Festival dell’Appennino” è densa di iniziative. Si parte domani (27 dicembre), alle ore 18 al Teatro Ruggiero II, con una riduzione teatrale di “Un Canto di Natale di Charles Dickens a cura di Simonetta Rizziello. Si prosegue poi il 3 gennaio, alle 20,30 sempre al Teatro,  con “A momenti ti mettevi a volare” della Compagnia D. Becagli da “Gli anni  del nostro incanto” di G.  Lupo.

Le iniziative sono a cura del Parco Letterario Federico II e del Comune

, ,

IL TRASPORTO PUBBLICO A MELFI SI FA SMART

Da sabato 22 dicembre, una navetta speciale, gratuita, collegherà il quartiere Bicocca, Valleverde e Melfi, con 4 fermate, finalizzate a collegare periferie e centro cittadino durante le vacanze natalizie, fino al 06/01/2019.
A partire dalle 19.00, una navetta addobbata in tema natalizio, partirà dalla fermata vicino la Chiesa di S.Gianna e collegherà il centro cittadino passando per due fermate a Valleverde – Ospedale e S.Rocco, per arrivare poi a Largo Stazione e, infine a Piazza Abele Mancini. 5 fermate tra Bicocca-Valleverde e Piazza Mancini per collegare i 3 macro-quartieri della città dalle 19.00 fino alle ore 01.00 della notte; il ritorno, in senso contrario è programmato per la mezz’ora successiva, quindi la stessa navetta ripartirà alle 19.30 da Piazza A.Mancini per fare il percorso inverso.
L’obiettivo è quello di favorire la mobilità dei giovani cittadini, ma anche dei meno giovani, nel periodo delle festività natalizie.
Da lunedì 24 dicembre e fino a tutto il 31/12/2018, inoltre, l’intero servizio per il trasporto pubblico urbano sarà completamente gratuito per 8 giorni consecutivi, per tutte le linee dell’intera giornata.
E’ un omaggio in occasione del Natale alla nostra splendida comunità, in collaborazione con il concessionario del servizio, cui vanno i nostri sentimenti di gratitudine.
Il servizio del trasporto pubblico urbano si arricchisce con uno strumento che ne favorirà l’accessibilità. E’ già disponibile e attiva una app per i telefoni cellulari, denominata wemappsocial, gratuita, attraverso la quale sono visibili le fermate, gli autobus in esercizio e i suggerimenti anche pedonali per trasferirsi da un punto ad un altro della città con il servizio pubblico.

 

 

 

foto vulturenews

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi