Archivi

Finis Terrae

Dipinti e ceramiche a cura di Mauro Magni Inaugurazione 8 novembre alle ore 17.30 Museo Civico Palazzo Donadoni a cura di Raffaele Nigro martedì-venerdì dalle 17 alle ore 20 sabato- domenica dalle 10 alle 13 dalle 17 alle ore 20.

 PDF File 1

Comunicazione importante

A causa di un’improvvisa e rilevante perdita d’acqua all’interno dell’area antistante la palestra della scuola MEDIA FERRARA, oggi è stata disposto il blocco dell’erogazione di acqua. Domani saranno eseguiti lavori di urgenza che richiedono l’assenza di erogazione di acqua. Pertanto per la giornata di domani (lunedì 06/11/2017) è sospesa l’attività didattica nel solo plesso della ‘SCUOLA MEDIA FERRARA’. Ai ragazzi della Ferrara consiglio di prepararsi i compiti per il giorno dopo, perchè faremo di tutto per risolvere il problema in giornata.

Rido Lucano

Appuntamento con il cabaret al Teatro Ruggiero con Rido Lucano insieme a Dino Paradiso e La Ricotta 3 novembre ore 21 L’iniziativa è di Opera con il patrocinio del Comune

Giornata delle Forze Armate

IV Novembre: Giornata delle Forze Armate e Festa dell’Unità Nazionale. Una commemorazione istituzionale si terrà sabato (4 novembre), a partire dalle ore 9 nella Città federiciana, organizzata dal Comune di Melfi e dall’Associazione Nazionale fra mutilati ed invalidi di guerra e Fondazione Sezione Circoscrizionale di Melfi. Ecco il programma. Si parte alle ore 9, da Piazza P. Festa Campanile, con l’incontro delle Autorità e l?inizio del corteo. A seguire l’Alzabandiera e la deposizione della corona d’alloro, alle ore 9,15, in Villa Gen. A. Sibilla. Alle ore 9,40 in Piazza Umberto I, onore ai Caduti con deposizione di corone d?alloro. Seguirà il corteo lungo Piazza Umberto I, Via R. Battista, Via G. Albini, Via Spirito Santo sino alla Cattedrale. Celebrazione Eucaristica in Cattedrale (alle ore 10) e saluto del Sindaco, Livio Valvano. Si concluderà, in Piazza Marconi, con il concerto della Banda Musicale Città di Melfi.

Tutto pronto per ‘Melfi Capitale della Falconeria’

‘Melfi Capitale della Falconeria’: rievocazioni storiche, convegni e mostre sull’arte della Falconeria nel weekend a Melfi per un viaggio nel cuore della storia. E a risuonare sullo sfondo di Piazza Duomo, sabato 28 ottobre alle ore 21, saranno le più belle canzoni del celebre menestrello poeta, Angelo Branduardi. Per il sindaco Livio Valvano ‘Melfi è la Città delle Costituzioni di Federico II di Svevia del 1231. Uno dei luoghi prediletti dell’Imperatore non solo per l’attività di governo ma anche per l’arte della falconeria. Da una felice e generosa intuizione di un nostro visionario concittadino, Nino Laviano, da 20 anni la Città di Melfi prova ad essere il luogo di incontro dei falconieri provenienti da tutto il mondo, che avvertono la necessità di ritrovare nell’unicità di questo luogo le radici di una disciplina e di una cultura intrisa di fascino e di magia. Grazie all’opera mirabile di due associazioni – frutto nell’unico seme piantato da Nino Laviano- associazione Falconieri del Melfese ‘Nino Laviano’ e Gruppo Falconieri ‘De Arte Venandi’, nell’ultimo fine settimana di ottobre la nostra Città accoglierà falconieri provenienti da tutte le Regioni italiane e dall’estero, per rivivere un’esperienza unica intorno alla fortezza militare del Castello, luogo importante per i Normanni e gli Svevi. Vi attende un viaggio nelle nostre radici, dove storia, enogastronomia ed intrattenimento vi trasmetteranno emozioni uniche e imprimeranno il ricordo di un luogo in cui tornare. A nome dell’Amministrazione Comunale e dell’intera comunità di Melfi auguro a quanti giungeranno nella nostra accogliente Città di assaporare l’essenza di un’esperienza autentica’. Per l’assessore alla cultura Raffaele Nigro ‘tra gli incolti di Castel del Monte e Spinazzola, le vallate di San Nicola e di Vitalba è facile perdersi dietro il roteare dei falchi. E’ un roteare senza tempo, nel senso che dagli anni in cui i longobardi e poi i bizantini di Basilio Boiohannes fino a Federico II quelle terre sono sempre state popolate da falchi. Dovette apparire semplice per l’Imperatore tradurre la vita di quei rapaci e il modo in cui essi venivano a contatto con uccellatori e falconieri in una teoria del cacciare o dell’utilizzarli per dominare la natura. Il De Arte Venandi sistemato da Federico e dal figlio Manfredi fu la prosecuzione di un’arte avviata già dagli Arabi e che continuò anche nei tempi degli Aragonesi e dei Doria. Secondo una interpretazione di Anna Laura Trombetti, il libro De Arte Venandi cum avibus’ considerato sino ad ora un’opera naturalistica o di assoggettamento dei falchi alla volontà del falconiere, è da reinterpretare come un libro di sapienza politica e di arte del buon governo, o arte di un Governo fatto di capacità di dominio delle volontà baronali e di quelle del grande popolo. C’è dunque un legame indissolubile tra il De Arte Venandi e il libro delle Costituzioni federiciane. Da questo punto di vista Melfi, la Città delle Costituzioni può candidarsi a buon diritto come Capitale della Falconeria e Città dalla quale partono la rilettura del Codice di Giustiniano e le regole della moderna giurisprudenza. ‘Melfi Capitale Europea della Falconeria- ha detto il Consigliere Regionale, Aurelio Pace- nasce da una intuizione dell’Unione Europea nella dichiarazione della falconeria quale patrimonio immateriale dell’Umanità. Melfi è il luogo che meglio rappresenta, con rigore scientifico e coerenza storica, il grande messaggio culturale della Falconeria quale arte di Governo. Per questa ragione la preziosa sinergia tra L’associazione Falconieri Nino Laviano e l’associazione de Arte Venandi trova con la fattiva collaborazione del Comune di Melfi e Regione Basilicata un momento di virtuosa collaborazione e di sforzo unitario per consegnare a Melfi una straordinaria opportunità: tornare ad essere capitale e punto di riferimento per tutto il Mediterraneo. L’Europa delle identità, nel percorso di Matera Capitale Europea della cultura, parte da questo protagonismo dei territori. l’evento è organizzato dal Comune di Melfi in collaborazione con l’Associazione Falconieri del Melfese Nino Laviano, il Gruppo Falconieri De Arte Venandi, l’Arci Caccia, la Regione Basilicata, Fondo per lo sviluppo e la Coesione e l’Apt Basilicata. Ecco il programma di Melfi Capitale della Falconeria . Venerdì 27 ottobre 2017 Castello-borgo Ore 17 Arrivo dei falconieri al Castello a cura dell’Associazione De Arte Venandi Ore 17,15 Annuncio della manifestazione per le vie della città con i Musici dell?Associazione Falconieri del Melfese ‘Nino Laviano’ Ore 17,30 XXIV Convegno Nazionale di Falconeria: ‘Lo scambio diseguale. Mercati e mercanti nel Vulture e nel Mezzogiorno Medievale’ a cura dell’Associazione Falconieri del Melfese ‘Nino Laviano’, presso il Castello. Interverranno il sindaco, Livio Valvano, l?assessore regionale, Francesco Pietrantuono, il Direttore della Fiale delle Poste di Potenza, Antonio Fiaschetti, lo storico Enzo Navazio, il consigliere regionale, Aurelio Pace ed il giornalista Armando Lostaglio. Ore 18 Spettacoli con esposizione di falchi e mostre Ore 19.30 Allestimento di un campo medievale Sabato 28 ottobre 2017 Primo Raduno di Falconeria Memorial ‘Amedeo Arpa’ Ore 8.30 Incontro dei Falconieri al Castello e partenza per i campi di volo guidati dai falconieri ‘De Arte Venandi’ _ Campo di basso volo presso Tratturo Regio in Località Casonetto (Coord 41.018789 -15.614136) _Campo di alto volo presso Località Leonessa- Campo di tiro FISDAC (Coord 41.069455 -15.609132) Ore 10.30 Allestimento e apertura di mostre e stand medievali (pittura ‘filatelia- riproduzioni di armi ed armature medievali- enologia- gastronomia- prodotti tipici e articoli vari); ore 11 Visita alunni delle scuole Ore 11.45 Passeggiate itineranti ed esposizione di falchi; Ore 12.00 Dimostrazione di caccia col falcone; Ore 15.00 Annullo filatelico delle Poste Italiane in collaborazione con la F.I.S.F. Ore 15.30 Chiusura dei voli sui campi di caccia _ Campo di basso volo presso Tratturo Regio in Località Casonetto (Coord 41.018789 -15.614136) _Campo di alto volo presso Località Leonessa- Campo di tiro FISDAC (Coord 41.069455 -15.609132) Ore 16 Partenza dell’Imperatore ‘Stupor Mundi’ Federico II di Svevia con la scorta dalla Porta Venosina ed arrivo al Castello Ore 17.30 Passeggiata dei falconieri con i loro falchi per le vie della Città Ore 18.30 Convegno ‘Dal De Arte venandi cum avibus’ di Federico II al Trattato di Falconeria di A. Arpa: in 750 anni nulla è cambiato’- Sala degli Stemmi del Museo Diocesano di Melfi Ore 19,30 Spettacoli di fuochi con artisti di strada in onore di Federico II; Ore 21 Angelo Branduardi in concerto in Piazza Duomo Domenica 29 ottobre 2017 Ore 8.30 Incontro dei falconieri al Castello Ore 9.30 Partenza per i campi di volo guidati dai falconieri ‘De Arte Venandi’ _ Campo di basso volo presso Tratturo Regio in Località Casonetto (Coord 41.018789 -15.614136) _Campo di alto volo presso Località Leonessa- Campo di tiro FISDAC (Coord 41.069455 -15.609132) Apertura di mostre e stand medievali (pittura ‘filatelia- riproduzioni di armi ed armature medievali- enologia- gastronomia- prodotti tipici e articoli vari); Ore 10 Spettacoli con giocoliere, trampolieri, mangiafuoco con musiche medievali Ore 10,30 XXI Torneo medievale degli antichi casati di Melfi ‘ I Prova: Tiro con l’arco ‘ II Prova ‘ L’arte del combattimento Ore 12,30 Dimostrazione di caccia con falco e spettacoli di falconeria nel Castello Ore 13.30 Esposizione di rapi diurni e notturni; Ore 15,30 Apertura sportello filatelico delle Poste italiane in collaborazione con la FISF Ore 16.30 Chiusura dei voli sui campi di caccia _ Campo di basso volo presso Tratturo Regio in Località Casonetto (Coord 41.018789 -15.614136) _Campo di alto volo presso Località Leonessa- Campo di tiro FISDAC (Coord 41.069455 -15.609132) Ore 17.30 Partenza Corteo Storico Federiciano con vari gruppi partecipanti con esibizioni di artisti di strada durante il percorso e ritorno al Castello; Ore 19.30 Rientro al Castello del Corteo Storico Medievale; Ore 20.00 Saluto delle rappresentanze intervenute in onore dell’Imperatore; ore 20,30 Intrattenimenti teatrali con spettacoli, danze e musiche in onore di Federico II; ore 21,00 Concerto di musiche medievali; ore 22,45 Chiusura della manifestazione.

Ospedale di Melfi

Lunedì 9 Ottobre, alle ore 17, seduta straordinaria aperta del Consiglio comunale di Melfi. Si discuterà dell’Ospedale di Melfi: ‘ Riordino del sistema sanitario regionale della Basilicata’.

AVVISO

Si informa la gentile cittadinanza che dalle ore 21.00 di questa sera alle ore 7.00 di domattina, ACQUEDOTTO sospenderà l’erogazione dell’acqua.

Al Castello di Melfi arte del gioco e del buon governo

Il 20 Agosto 2017 alle ore 18,30 si terrà una manifestazione presso il cortile della cisterna del Castello Normanno Svevo di Melfi sul tema ‘De arte venandi cum avibus’, ovvero arte del gioco e del buon governo? Ne parleranno Livio Valvano, sindaco di Melfi Anna Laura Trombetti, docente dell? Università di Bologna Maria Rosaria Monaco, docente del Liceo Scientifico di Melfi.

AVVISO BANDO

C’è tempo sino al 31 ottobre 2017 per presentare la domanda Il Comune di Melfi dichiara ‘guerra all’amianto’ Contributi in arrivo per lo smaltimento dei materiali contenenti amianto. Un ulteriore passo a tutela della salute dei cittadini. Il Comune di Melfi dal 2014 punta a combattere la presenza dell’amianto sul territorio cittadino. Pubblicato nei giorni scorsi il nuovo bando per la concessione di contributi per lo smaltimento dei materiali contenenti amianto anno 2017. Per l’Amministrazione Comunale è un investimento di grande responsabilità che guarda all’intera comunità poiché tutelare l’ambiente significa in primis farsi carico del dovere di consegnare alle future generazioni un ecosistema ecologicamente pulito. CHI PUO’ ACCEDERE AL CONTRIBUTO? Possono richiedere il contributo: 1- I cittadini privati ; 2- Le Imprese (artigianali, commerciali, agricole e di servizi). QUALI SONO GLI INTERVENTI CHE SARANNO AMMESSI A CONTRIBUTO? Sia i costi per la rimozione e lo smaltimento dell’amianto sia le spese necessarie ad eseguire interventi edili di ripristino delle parti rimosse, sui fabbricati adibiti a civile abitazione e loro pertinenze, nonché da fabbricati connessi a fondi agricoli, fabbricati artigianali, direzionali, commerciali e di servizi. QUALI LE MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE? Le richieste dovranno essere presentate all’Area Infrastrutture, Mobilità e Ambiente del Comune di Melfi, utilizzando l’apposito fac simile allegato al bando pubblicato sul sito istituzionale www.comunemelfi.it QUANTI INTERVENTI SI POTRANNO FARE? Il richiedente potrà presentare domanda di contributo per un massimo di un solo intervento. Non possono beneficiare del contributo coloro che lo hanno già ottenuto nell’anno 2014 da parte del Comune o da altri Enti. Il contributo riconosciuto dal Comune di Melfi è compatibile solamente con le agevolazioni fiscali in materia di imposte sui redditi. QUANDO SCADE? Le domande dovranno essere presentate a partire dal 1/8/2017 e comunque non oltre il 31/10/2017 QUALI DOCUMENTI BISOGNA PRESENTARE? Unitamente alla domanda dovrà essere allegato il preventivo di spesa relativo a tutti gli interventi da eseguire, compreso il preventivo per la sola spesa di smaltimento dell’amianto redatto da una ditta autorizzata a norma di legge. A QUANTO AMMONTA IL CONTRIBUTO? 1- per i cittadini privati: Il contributo sarà commisurato alle spese necessarie alla rimozione dell’amianto (nelle percentuali sotto indicate in rapporto all?indicatore ISEE) e all’esecuzione degli interventi di sostituzione degli elementi edilizi rimossi. Il costo dell’intervento complessivo, su cui sarà calcolato il contributo, non potrà in ogni caso superare il valore massimo di euro 4.000,00 (quattromila euro), IVA compresa, tenendo presente che sono ammesse anche le spese tecniche di progettazione in misura non superiore al 5% della spesa complessiva. Ai fini del calcolo del contributo, le spese per gli interventi edilizi sostitutivi e accessori non potranno superare il 49% della spesa complessiva. In rapporto all’indicatore ISEE, il contributo sarà riconosciuto nella misura di seguito indicata: 1. Valore ISEE non superiore a 10.000,00 (diecimila euro): contributo 100%; 2. Valore ISEE da 10.001,00 fino a 20.000,00 (ventimila euro): contributo 80% 3. Valore ISEE da 20.001,00 fino a 30.000,00 (trentamila euro): contributo 70% 4. Valore ISEE superiore a 30.000,00 (trentamila euro): contributo 50%. 2- Per le imprese (artigianali, commerciali, agricole e di servizi):Il contributo sarà pari al 75% (IVA ESCLUSA) delle spese complessive sostenute. Tra le spese ammissibili, oltre allo smaltimento dell’amianto, si terrà conto delle spese tecniche di progettazione e le spese di esecuzione (entro il limite massimo del 5% della spesa complessiva) e dei costi per la sostituzione degli elementi edilizi rimossi (tetto, camino, pareti etc..) e comunque fino ad un massimo complessivo di 8.000,00 (Euro ottomila/00). Ai fini del calcolo del contributo, le spese per gli interventi edilizi sostitutivi e accessori non potranno superare il 49% della spesa complessiva. La liquidazione dei contributi avverrà fino ad esaurimenti delle risorse, nei limiti dello stanziamento di bilancio, suddiviso in due graduatorie come segue: a) Il 60% (sessanta per cento) sarà riservato ai cittadini privati; b) Il 40% (quaranta per cento) alle imprese. COME SARANNO EROGATI I CONTRIBUTI? L’istruttoria delle domande di contributo verrà fatta dall’ufficio competente tassativamente in ordine cronologico di presentazione. Per la rimozione dell’amianto dovranno essere richieste le relative autorizzazioni sanitarie ed edilizie (quest’ultima entro 30 giorni, dalla data di ricezione della nota di ammissione al contributo). I lavori di smaltimento amianto, dovranno essere eseguiti entro 120 gg. dal rilascio della suddetta autorizzazione. Il contributo sarà liquidato dall’ufficio competente solo dopo l’avvenuta esecuzione dello smaltimento. D’ufficio saranno disposti controlli presso le autorità competente, per la verifica delle dichiarazioni ISEE presentate. Per informazioni: 0972 251237

 PDF File 1

ORDINANZA N.48

Si comunica quanto in allegato. In occasione del grande evento musicale ‘Battiti Live’ è ritenuto necessario disciplinare traffico e parcheggi nella Città, Cordialmente, L’Amministrazione

 PDF File 1

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi